Parole di pietra 2009

Descrizione: scultura
Materiali: creta, spilli sartoriali
Dimensioni: variabili, circa 10x15x8 cm

Le parole hanno un peso proprio come le pietre. Nessuno più capisce la loro importanza, utilizzandole con troppa leggerezza.
Per questo le parole sono state scritte in Braille. Vogliono essere incomprensibili ai più. Possono essere comprese soltanto da una cerchia ristretta di persone: i non vedenti e chi conosce questo alfabeto. Tra le parole selezionate vi sono quelle più consumate: amami, credimi, dimenticami, ecc. Vi è una trasposizione metaforica del peso della pietra al peso della parola, per cui la parola, imprigionata nella materia per non venir dispersa, assume il peso dell’oggetto stesso.