Bio

Eleonora Todde Cagliari, 1981. Progettista e artista, laureata in design e architettura d’interni all’Accademia di Belle Arti di Brera e specializzata al Politecnico di Milano nel 2010, i suoi lavori sono progetti in bilico tra tecnica e poesia, contenitori funzionali di storie, in cui l’emozione è una sottotraccia sempre presente che viene impiegata e plasmata come un materiale. In breve: nel 2010 il progetto di tesi Una momentanea eternità è pubblicato on-line dalla rivista Abitare International design magazine; nel 2011 è in Basilicata per la mostra collettiva Rediviva, Altieri Contemporanea. Nel 2012 è presente alla mostra Ultrabody- 208 opere tra arte e design, allestita al Castello Sforzesco di Milano e pubblicata su catalogo edito da Corraini; selezionata da Como Contemporary Contest 2012 dell’assessorato alla cultura di Como; nel 2013 è presente a Milano ad Affordable Art Fair come Young Talents e ad Artefatto, iniziativa promossa dall’assessorato alla cultura di Trieste con il patrocinio del GAI e della BJCEM; Nel 2013 presenta la mostra personale Legàmi per il festival delle Culture resistenti Karel Music Expo. Nel 2016 espone a Milano al Museo Poldi Pezzoli per Quasi Segreti, al Triennale Design Museum per la nona edizione, durante la XXI esposizione internazionale, per W.Women in italian design, entrambi i cataloghi editi da Corraini, e per Buste Dipinte, mostra benefica organizzata dal Festival delle Lettere.