Bio

Eleonora Todde

Cagliari, 1981.



Progettista e artista, laureata in design sperimentale e architettura d’interni all’Accademia di Belle Arti di Brera e al Politecnico di Milano, i miei lavori sono progetti in bilico tra tecnica e poesia, contenitori funzionali di storie, in cui l’emozione è una sottotraccia sempre presente che viene impiegata e plasmata come un materiale. 



In breve:

2010 - Progetto di tesi Una momentanea eternità pubblicato on-line dalla rivista Abitare International Design Magazine; 2011 - Residenza artistica e mostra Rediviva, per Altieri Contemporanea, curata da Riccardo Rietti, Rivello (PZ); 2012 - Ultrabody- 208 opere tra arte e design, Castello Sforzesco, Milano, curata da Beppe Finessi, catalogo Corraini; COCOCO 12 Como Contemporary Contest, Como;  2013 -  AAF Affordable Art Fair selezionata come Young Talents, Superstudiopiù, Milano; Artefatto, con il patrocinio del GAI e della BJCEM, assessorato alla cultura di Trieste; Legàmi, festival KME, Cagliari; 2016 - Quasi Segreti, curata da Beppe Finessi, Museo Poldi Pezzoli, Milano, catalogo Corraini; W.Women in italian design, XXI esposizione internazionale curata da Silvana Annichiarico, Triennale Design Museum, Milano, catalogo Corraini; Buste Dipinte, Festival delle Lettere, curata da Luisa Castellini, Claudia Amato, Chiara Gatti, Jane Goodall institute, Milano; 2017 - Hub 30 Designer to watch, Manifattura Tabacchi, Cagliari; 2018 - Residenza artistica e mostra finale Memory Remix a Casa Terra, curata da Francesca Sassu (Nocefresca), Guspini (SU); Oikos, la casa di tutti, a cura di Anna Rita Punzo, Museo Diocesano Arborense, Oristano; 2020 - Materia sospesa, V edizione di Materia Indipendent Design Festival, Officine AD, direzione artistica di Antonio Aricò, Catanzaro.